MTB & BIRDWATCHING Casa Rossa Ximenes e Riserva Naturale della Diaccia Botrona

La Casa Rossa Ximenes è un imponente complesso architettonico che si trova all interno della Riserva Naturale Regionale della Diaccia Botrona, nel Comune di Castiglione della Pescaia.

Fu progettata dal matematico Gesuita Leonardo Ximenes  e costruita tra il 1765 e il 1768; lo Ximenes realizzò quest’opera per volontà dei duchi di Lorena nel 1700,  che furono tra i primi ad intraprendere lavori di bonifica di questa parte di  Maremma Toscana.

Questa imponente opera ingegneristica settecentesca, è costituita da un corpo centrale che poggia su una struttura a tre arcate, eretta sopra le acque della Diaccia Botrona. 

 All’interno della struttura architettonica sono tutt’oggi conservate le cateratte, create dallo steso Ximenes per controllare il deflusso delle acque; infatti un altro nome con cui è conosciuta la struttura è “Fabbrica delle cateratte”.

Oggi la Casa Rossa  è adibita a Museo storico naturale del Territorio.

Il TOUR in MTB prevede un anello di 15 Km completamente pianeggianti, immersi nel verde della splendida Riserva. Adatto alle famiglie.

Foto Marco Brandi
Foto Marco Brandi

L’ANTICA VIA DEI CAVALLEGGERI

Le torri e i castelli di Punta Ala.

Le torri del Granducato di Toscana furono costruite lungo il tratto costiero dell’antico Stato granducale, dalla seconda metà del Cinquecento,  per poter svolgere funzione di avvistamento al fine di prevenire incursioni corsare dal mare. Era un sistema costiero costituito da ben 92 torri, disseminate sull’intera costa toscana, in grado di comunicare tra loro con segnali di fumo o colpi di artiglieria.

Un tratto di questa antica strada, nota come Strada dei Cavalleggeri, passa da Punta Ala ed arriva sino al Forte di Rocchette. E’ percorribile solo a piedi, a cavallo oppure in mountain-bike. La denominazione dei Cavalleggeri è conosciuta solo a partire dal XVII secolo  quando alle torri furono affiancate anche postazioni di alloggio e ricovero per il Corpo dei Cavalleggeri, addetto alla vigilanza costiera. Le tre torri e fortificazioni costiere che si incontrano lungo il percorso furono costruite in epoche diverse, in un periodo storico che spazia dal Medioevo all’epoca lorenese.

INFORMAZIONI TECNICHE

Percorso principalmente cross country, adatto a tutti i livelli! Livello: da FACILE a MEDIO. Si richiede un minimo di preparazione atletica e predisposizione alla bici! Da 20 a 30 km.

Giro percorribile in qualsiasi stagione. In estate si sconsigliano le ore più calde.

Partenze giornaliere solo su appuntamento . Possibilità noleggio MTB o E-Bike su richiesta.

Bar Polo Beach, via della Dogana Punta Ala

MTB ADVANCE EXPERIENCE

Per bikers più avanzati sulle colline fiorentine vi sono indimenticabili trails all mountain, enduro e freeride che si trovano nei parchi della Roveta, a Monte Morello, oppure a Rincine, Vincigliata, Settignano, Fiesole, Monte Giovi, ed infine sul Monte Calvana.

 

mtb tours colline fiorentine

 

L’accompagnatore condurrà i bikers in queste splendide locations sia per mezza giornata che per l’intero giorno.mtb trail vicino Firenze

 

 

Possibilità di tour personalizzati per ogni esigenza.

TOUR DEL“mulinaccio” TRA VIGNETI E SEQUOIE SECOLARI.

Mulinaccio in MTB
Il Mulinaccio

Vigneti sulle colline fiorentine
Vigneti-Foto di Elena Tempestini

Tour di mezza giornata in mountain-bike o ebike presso il “mulinaccio” con partenza da Firenze-Isolotto (quartiere nord)  in mountain bike/ebike verso Villa I Lami nel Comune di Scandicci, su una strada sterrata che conduce alla fattoria di Partingoli.

Da qui si prosegue scendendo per una strada sterrata fra vigneti, fino a giungere a Il Mulinaccio. Il Mulinaccio di Scandicci, in provincia di Firenze, è uno dei tantissimi luoghi suggestivi e nascosti non segnalati nelle guide turistiche. Questo itinerario, estremamente facile, dal punto di vista tecnico, ci conduce a questo antico manufatto abbandonato che un tempo era stato un mulino idraulico la cui costruzione risale alla metà del Seicento.

L’architettura, oggi ridotta a rudere ha una storia davvero interessante. La famiglia Galli, proprietaria della vicina Villa dei Lami, nel 1634  fece costruire una diga lungo  il Masseto allo scopo di creare un lago artificiale per creare un vivaio. Poco più tardi alla diga fu addossato un mulino.

Quello che è certo è che nel 1774 ogni attività era cessata ufficialmente.

Il nome odierno è probabilmente dovuto allo stato di abbandono, dato che in alcuni documenti del XIX secolo è ricordato come il mulino rovinato, divenuto appunto in seguito il Mulinaccio.

Oggi i ruderi di questa imponente opera svolgono ancora la funzione di ponte tra le due sponde della valle.

Tour per l’intera giornata in mountain-bike o ebike, prosegue dal precedente percorso sulle colline e verso la sequoia centenaria.

Intorno a San Vincenzo a Torri – la località in cui si trova il Mulinaccio– si trovano altri luoghi che val la pena di visitare, passando davanti alla chiesa romanica di Sant’Andrea risalente al VII secolo a Mosciano, borgo medievale in cui tra il 1926 e il 1927 soggiornò lo scrittore britannico David Herbert Lawrence, mentre stava scrivendo il capolavoro di letteratura “L’amante di Lady Chatterley”.

Colline fiorentine-Foto di Elena Tempestini

A qualche chilometro di distanza, sparsi tra boschi di querce, pini e sequoie secolari, ci sono altri incantevoli borghi, come San Martino alla Palma, con la sua Chiesa di San Martino, della fine del X secolo, San Vincenzo a Torri e San Michele a Torri.

Splendido Tour di Firenze

Tour mezza giornata in mountain-bike/ebike della città di Firenze, passando per il piazzale Michelangelo, da dove si gode di una vista panoramica incantevole su tutta la città. Piazzale Michelangelo è il più famoso punto panoramico, meta obbligata dei turisti in visita alla città. Sono qui visibili le copie di alcune famose opere di Michelangelo che sono invece conservate in altre sedi: la statua del David (l’originale è presso la Galleria dell’Accademia) e le quattro allegorie, statue realizzate sempre da Michelangelo che sono invece custodite  presso le Cappelle Medicee di San Lorenzo.

rive dell' arno in MTB
Veduta di Firenze-Foto di Elena Tempestini

La visita prosegue nel centro storico di Firenze, passando davanti ai principali edifici di interesse storico artistico, come la Chiesa di Santa Croce, Piazza della Signoria con il Palazzo Vecchio e gli Uffizi, il magnifico Duomo ed il famoso Campanile di Giotto, poco distante la Chiesa di San Lorenzo e le Cappelle Medicee con le famose opere di Michelangelo. 

il centro di Firenze in MTB
Battistero di Firenze e Duomo_Foto di Elena Tempestini

Visitando Boboli in bici
Giardino di Boboli_Foto di Elena Tempestini

Firenze, Forte Belvedere-Foto di Elena Tempestini

Firenze, Ponte Vecchio-Foto di Elena Tempestini

Tour in mountain-bike o ebike per l’intera giornata. La seconda parte del tour prosegue anche nel pomeriggio con l’escursione nella zona conosciuta dai fiorentini come “oltr’Arno”, dove i bikers vedranno i quartieri e le piccole strade tipiche di questa area, passando davanti al magnifico Palazzo Pitti ed il fantastico Giardino di Boboli parco storico della città. Il giardino granducale di Palazzo Pitti, è connesso anche al Forte di Belvedere, avamposto militare per la sicurezza del sovrano e la sua famiglia. Il Giardino di Boboli è uno dei più importanti esempi di giardino all’italiana al mondo ed è un vero e proprio museo all’aperto, per l’impostazione architettonico-paesaggistica e per la collezione di sculture, che vanno dalle antichità romane al XX secolo. E’ uno dei più famosi giardini italiani. Fu costruito tra il XVI e il XIX secolo, dai Medici, poi dai Lorena e dai Savoia e occupa un’area di circa 45.000 m². Si segnalano inoltre il Museo degli argenti, la Galleria del Costume, il Museo delle porcellane e il Giardino Bardini

LA VIA DEI SEPOLCRI (Vetulonia)

ANTICA VIA DEI SEPOLCRI ETRUSCHI ATTRAVERSO LA NECROPOLI

Tour guidato in mountain-bike tra le fattorie ed i poderi dell’entroterra di Castiglione della Pescaia, per giungere lungo l’antica Via dei Sepolcri etruschi, che conduce alle tombe monumentali di Vetulonia. Prosegue il tour con una visita al piccolo paese di Vetulonia nella parte più alta dove sono conservati i resti dell’antica cinta muraria etrusca conosciuta come Mura dell’arce, realizzate con blocchi di forma poligonale, secondo una tecnica costruttiva diffusa tra il VI e il II secolo a.C. in Etruria e nel Lazio.  Si consiglia inoltre una sosta presso il museo Etrusco Isidoro Falchi e le aree archeologiche vetuloniesi.

INFORMAZIONI TECNICHE

Percorsi principalmente cross country, adatti a tutti i livelli! Livello: da FACILE a MEDIO

Giro percorribile in qualsiasi stagione. In estate si sconsigliano le ore più calde.

Vetulonia area archeologica, Necropoli etrusca.
Vetulonia area archeologica, Necropoli etrusca.
Vetulonia, Museo Isidoro Falchi, Aree Archeologiche Necropoli

Tour guidato in Mtb o e-bike attraverso i boschi e le colline delle Bandite nel Comune di Scarlino ed in quello del Castiglione della Pescaia.

SCOPRIAMO QUESTO TERRITORIO, LA SUA ARTE, LE STORIE E LE ARCHITETTURE.

Tour guidato in mountain-bike attraverso i boschi e le colline delle Bandite nel Comune di Scarlino ed in quello del Castiglione della Pescaia.

In questo territorio vi sono molti percorsi per free ride, all mountain, cross country, adatti a tutti i livelli!. Questi itinerari sono tutti percorribili in mountainbike/e-bike e variano di difficoltà offrendo ai bikers una divertente scelta tra trails tecnici e strade sterrate facili. 

I boschi delle Bandite di Scarlino offrono molteplici possibilità ed in base alle richieste si potrà costruire un percorso adatto ad ogni livello.

Interessante il tour guidato che conducei nostri amici bikers nei pressi di Caldana. L’imponente architettura della Chiesa di San Biagio, forse la più bella di questo territorio, fu edificata da Antonio da san Gallo il Vecchio. Questo artista durante la sua lunga attività ebbe modo di confrontarsi con la i maestri del Rinascimento toscano, come Giuliano e Antonio da Sangallo, con i protagonisti del Rinascimento romano, come Bramante o Raffaello e con la generazione del manierismo oltre che con il grande Michelangelo di cui fu rivale.

INFORMAZIONI TECNICHE

Percorsi per free ride, enduro, all mountain, cross country, adatti a tutti i livelli!Livello: da MEDIO a DIFFICILE

Giro percorribile in qualsiasi stagione. In estate si sconsigliano le ore calde.

Veduta dal trail Sassarelli, Scarlino
Scarlino, Castello

ELBA IN TOUR

La nostra proposta ci porta nell’isola più grande dell’arcipelago Toscano, per uno o più giorni a seconda della richiesta. 

Scorcio panoramico sull’Arcipelago toscano

 

by ElbaGravityPark

L’Isola d’Elba viene raggiunta facilmente con il traghetto che salpa le ancore dal porto di Piombino per raggiungere la terra ferma in circa un’ora di tempo. In questo splendido luogo vi sono molti percorsi per free ride, all mountain, cross country, adatti a tutti i livelli! Questi itinerari percorribili in mountain-bike variano di difficoltà offrendo ai bikers una divertente scelta tra trails tecnici e ripidi fino al morbido e fluido. 

Nella nostra filosofia non tralasciamo mai i contenuti storici e paesaggistici, dedicando anche una parte del tempo a capire dove siamo.

Sarà questa una occasione immancabile per tutti quelli che praticano questo sport e non hanno mai visto questa splendida isola in mountain-bike. L’isola d’Elba è riconosciuta infatti come una delle migliori destinazioni d’Italia per la mtb.

INFORMAZIONI TECNICHE

ElbaGravityPark

Percorsi per free ride, all mountain, cross country, adatti a tutti i livelli! Questi itinerari percorribili in mountain-bike variano di difficoltà Livello: da MEDIO a DIFFICILE

Giro percorribile in qualsiasi stagione.

COSTA DEGLI ETRUSCHI

Trasferta nel Golfo di Baratti, a Piombino, nell’antica città di Populonia.

Costa degli Etruschi, vista sui due mari.
La siesta in Populonia

Escursione in mountain-bike sui sentieri ed i sigle track del promontorio tra Piombino, il golfo Baratti e Populonia. Per gli amanti della cultura e della storia è possibile programmare anche una visita al Parco Archeologico di Populonia ed al Castello medievale riedificato nel Trecento. Populonia ha un passato importantissimo infatti fu una delle dodici città della Dodecapoli etrusca, cioè una delle principali città stato che costituirono l’Etruria.

I percorsi in mountain-bike proseguono lungo la costa fino a raggiungere la famosa baia di Buca delle fate, dove gli scorci panoramici sull’arcipelago toscano rimangano a lungo impressi nei ricordi.

INFORMAZIONI TECNICHE

Il tracciato si snoda quasi esclusivamente sui meravigliosi singletrack della zona con salite che presentano anche tratti piuttosto tecnici e discese impegnative ma fattibili.

Livello: MEDIO

Giro percorribile in qualsiasi stagione.